UIT

Luigi Guadagna, tabaccaio della Brianza.

E' ora di cambiare , UNITI è meglio ! Luigi dalla Brianza.

0

In tempi in cui la moda impone l’ industria 4.0 , il merchandising e le global solutions e tante esotiche amenità di cui ho dubbio capiscano il significato le stesse persone che le nominano , avete notato che appena sul territorio reale succede qualcosa il primo intervistato è sempre il tabaccaio più’ vicino ?

Sia che ne sia protagonista nel bene e nel male , per una rapina purtroppo subita o per una vincita milionaria , che solo spettatore , il tabaccaio viene inteso come persona informata .

Cosa che fa risaltare il suo tradizionale ruolo aggregante sociale, del posto dove tutti hanno bisogno di andare prima o poi , anche i non fumatori , e dove tutti trovano una soluzione ad una propria necessità , che sia una cambiale , che sia un fiammifero od un francobollo o addirittura una scusa per scomparire …. “vado dal tabaccaio a comprare le sigarette … non lo viderò più’ !”.

Questo non vuol dire che il tabaccaio sia rimasto quello dei film di Totò e Fellini , si è evoluto , adesso usa computer , moderni terminali , lavora on line ma continua lo stesso a rimanere il punto di riferimento del quartiere, mantenendo quasi sempre intatta quella identità di piccola impresa familiare che appunto lo mette in grado di “ capire “ le necessità della gente , in quanto le vive quotidianamente anche lui in prima persona.

Quindi come ci si spiega il fatto che , per quanto integrato, consapevole ed immerso nella comunità locale , il tabaccaio testardamente mantenga con i suoi stessi colleghi un’individualità che alla fine lo rende vittima di chiunque lo voglia sfruttare e senza peso sulle decisioni che influenzano la sua vita ?
E’ ora di cambiare , UNITI è meglio ! Luigi dalla Brianza.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.